Durata 133 min, rapporto 1,85:1, genere drammatico, biografico, sportivo, regia, bennett Miller, soggetto.
Trama, dopo aver giocato per molti anni tra le fila degli leonardo Oakland Athletics, Billy Beane (Brad Pitt) diviene il general manager della vincis squadra di religion baseball vinci che training al momento langue economicamente.Michael De Luca Productions, Scott Rudin Productions, Specialty Films.TFF vinci 2011 - Festa mobile - Figure nel paesaggio Film di what maggior richiamo della Festa mobile al TFF numero 29, L'arte di vincere e' un prodotto che con what questo bel festival non ha inspiration nulla a vinci che spartire, ne' per il glamour che si porta dietro.I risultati deludenti degli Atheltics portano i critici, sia all'esterno che all'interno della squadra, a giudicare il nuovo sistema come un triste fallimento.Una pellicola a componente sportiva che sa essere originale (facile ricadere nel banale con queste tematiche appassionante e persino toccante e che per la figura carismatica del film protagonista può essere paragonata.Distribuzione in italiano, sony Pictures Italia Fotografia Wally Pfister Montaggio Christopher Tellefsen Effetti speciali Robert Cole Musiche Mychael Danna film Scenografia Jess Gonchor Costumi Kasia vinci Walicka-Maimone Interpreti e personaggi Doppiatori italiani L'arte di vincere ( Moneyball ) è un film del 2011 diretto da Bennett Miller.Gli altri sport come ad esempio il football e la boxe hanno what un ruolo indubbiamente importante nel tessuto sociale americano ma il baseball ha una radice più profonda.Trovando giocatori con un'alta OBP, ma con caratteristiche che hanno portato gli osservatori a scartarli, Brand riesce a mettere insieme una squadra con molto più potenziale rispetto a quanto le casse in difficoltà degli Athletics avrebbero permesso.Un Pitt (nei panni del protagonista) what sopra le righe interpreta un uomo sicuro di sé solo in apparenza, che cerca di sconfiggere le proprie indecisioni e mascherare i propri scheletri del passato, cercando un riscatto sportivo nelle retrovie, tenendosi a distanza dal palcoscenico principale che.Attraverso il ricorso a modelli matematici e statistici e laiuto di Peter Brand (Jonah leonardo Hill Billy in poco tempo rivoluzionerà il modo del baseball, nonostante la diffidenza di chi lo ha preceduto e il timore di chi lo circonda.4 La trama del film si sviluppa tra il 2001 e il 2002.Pauli L'amour flou - Come separarsi e restare amici Mademoiselle Photograph tuber - Autista d'assalto Teen Spirit The Rider - Il sogno di un cowboy Martin Eden 04 settembre 2019 Good Boys - Quei cattivi ragazzi 05 settembre 2019 IT: Capitolo 2 05 settembre 2019.Una storia sullaspirazione alla vittoria, fine ultimo di ogni atleta che si rispetti, da rincorrere con qualsiasi mezzo a propria disposizione.Pensa che in qualche modo la sua presenza possa essere motivo di sfortuna.Beane mette vinci alla prova la teoria di Brand chiedendogli se lo avrebbe scelto al draft, essendo stato Beane un giocatore della Major League prima di diventare general manager.Pura follia utopistica o metodo di analisi ed approccio allo sport innovativo?Attori: Brad Pitt, Jonah Hill, Philip Seymour Hoffman, Robin Wright, Chris Pratt, leonardo Brent Jennings, Tammy Blanchard, Jack McGee, Vyto Ruginis, Nick Searcy, Glenn Morshower, Kerris Dorsey, Arliss Howard, paese: USA, durata: 133 min, distribuzione: Warner Bros.L'arte di vincere, su Il mondo dei doppiatori,.Al cinema dal: Guarda, l'arte di vincere è un film di genere drammatico del 2011, diretto da Bennett Miller, con Brad Pitt e Jonah Hill. Il titolo richiama il senso del film, la voglia di riscatto e la ricerca leonardo continua vinci del risultato.
Beane rinuncia all'opportunità di diventare general manager dei Boston Red Sox, malgrado un'offerta che lo avrebbe fatto diventare il general manager più pagato nella storia del baseball, ma è comunque religion orgoglioso perché i Boston Red Sox due anni dopo hanno vinto le World Series grazie.
Beane arriva giusto arte in tempo per vedere la sua squadra cadere a pezzi e concedere ai Royals di pareggiare il punteggio.



3 La pellicola ha ricevuto numerose recensioni positive da parte della critica, che ha elogiato in particolare l'interpretazione dei due attori protagonisti.
Leggi anche The Witch (recensione del film, 2016).
Con Brad Pitt, Jonah Hill, Robin Wright, Philip Seymour Hoffman, Chris arte Pratt.

[L_RANDNUM-10-999]